Kirghizistan classico

Secoli fa quando gli dei camminavano sulla terra, il lago Issyk-Kul era un luogo di grande prosperità e felicità. Una leggenda narra che un giovane ragazzo di nome Semetey fosse innamorato di una bella faciulla di nome Kyrgyza. Tuttavia il loro amore era impossibile perché appartenevano a due mondi separati: Semetey era un pastore, mentre Kyrgyza era figlia di un re. Nonostante le difficoltà i due amanti si incontravano segretamente sulle sponde del lago, dove si scambiavano promesse di amore. Gli dei commossi dalla purezza e dalla forza del loro amore, trasformarono Semetey in una maestosa montagna, che si erge ancora sulle rive del lago Issy-Kul, e Kyrgyza, invece, fu trasformata in una splendida cascata che scorre attraverso il lago. Da quel momento, la montagna di Semetey e la cascata di Kyrgyza sono diventate un simbolo eterno dell’amore puro e impossibile.

Programma di viaggio:

  • 1° giorno: Bishkek – Ala Archa – Bishkek (120km)
    Cena in ristorante locale.
    Arrivo all’areoporto internazionale Manas e incontro con la guida per il trasferimento fino alla città di Ala Archa (40 km, circa). Arrivati in città si visita il Parco Naturale dal nome “ginepro variegato”; i cespugli di ginepro infatti, ricoprono una vasta superficie dell’area naturale. Nel pomeriggio rientro a Bishkek, passeggiata attraverso le vie della città per ammirare i monumenti dedicati a Manasu, patriota fondatore della Repubblica, a Lenin, presidente del consiglio del’URSS, e Kurmanjan Datke, un politico kirghiso. Si prosegue per la piazza Ala Too Square, la piazza centrale della capitale, Honor Guard e Flag, la Casa Bianca, attuale residenza presidenziale e Piazza della Vittoria, istituita in ricordi dei deceduti nelle seconda Guerra Mondiale. Rientro in albergo e pernottamento.
  • 2° giorno: Bishkek – Chon Kemin Valley
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero.
    Lungo la strada, vicino alla città di Tokmok, visiteremo il complesso archeologico di Burana. Si arriva infine alla Valle, sistemazione nella guest house.
    Attività facoltativa pagamento in loco:
    – passeggiata nel villaggio
    – passeggiata a cavallo nei dintorni del villaggio
    – passeggiata a cavallo sulle montagne
    – costruzione di una yurta
    Rientro e pernottamento.
  • 3° giorno: Chon Kemin Valley – Città di Cholpon-Ata
    Prima colazione in hotel, pranzo e cena libera.
    In mattinata trasferimento al lago Issyk kul, il secondo lago di montagna più grande al mondo. Escursione lungo la Grande Via della Seta, un patrimonio dell’Unesco che rappresenta il percorso dall’antica capitale cinese Chang’an alla catena montuosa di Tien Shan. Arrivo nella città di Cholpon-Ata e visita al “giardino roccioso” – il museo all’aperto dei petroglifi. La data del segno dei petroglifi si riferisce al periodo Sako-Usun dall’VIII secolo a.C. al III-IV secolo d.C. Visita al complesso Rukh-Ordo, che presenta vari spetti culturali che caratterizano il Kirghizistan e che sono riconosciuti e venerati da tutto il mondo. Rientro nella pensione e pernottamento.
  • 4° giorno: Cholpon-Ata – Valle del Karkyra
    Prima colazione nella guest house, pranzo e cena al campo di yurte.
    Al mattino si prosegue lungo la sponda settentrionale del lago Issyk Kul fino alla regione di Tyup, dove si svolta nella valle di Karkara. Si continua fino a Char Kuduk, per raggiungere l’esclusivo campo di yurte. Sistemazione in yurte, tende da viaggio portabili dotate di doccia e servizi igienici. Tempo libero dopo pranzo. Nel campo è possible fare bellissime passeggiate lungo la gola e lungo il fiume fino alle colline più vicine. La sera, prima di cena, opportunità di osservare il processo di preparazione del tradizionale pane nomade (boorsok) e chiaccherare attorno al fuoco. Pernottamento.
  • 5° giorno: Valle del Karkara – Città di Karakol
    Prima colazione nel campo di yurte, pranzo nella fattoria e cena con la famiglia dungan. Partenza per la città Karakol, lungo la strada, ci fermeremo nella zona del villaggio di Tepke, per visitare un allevamento di cavalli addestrati per le corse. Visita della fattoria e spettacolo equestre all’ippodromo. A seguire visita al museo del grande esploratore russo del continente asiatico Nikolai Mikhailovich Przhevalsky, alla moschea Dungan,  costruita dai musulmani cinesi, ed infine alla chiesa cristiana. Durante la cena è offerta l’opportunità di cucinare insieme, il tradizionale piatto uiguro Laghman. Sistemazione in albergo e pernottamento.
  • 6° giorno: Città di Karakol – gola di Jety Oguz – Barskoon – Canyon di Skazka – Villaggio di Kaji Say
    Colazione in hotel, pranzo al sacco e cena in hotel.
    Al mattino si continua il viaggio intorno al lago Issyk Kul. Ci si dirige verso la costa meridionale per poi attraversare la gola di Jety Oguz. Salita al pascolo da dove si possono scorgere le “Seven bulls rocks”. Successivamente, trasferimento alla gola di Barskoon e, per chi lo desideri, passeggiata fino a una piccola cascata dove si trova il memoriale in onore di Yuri Gagarin, primo astronuata sovietico. Arrivo a Kaji Sai e visita del canyon “Fairy Tale” formatosi dall’erosione del ghiacciaio, della pioggia e del vento. Sistemazione in hotel e pernottamento.
  • 7° giorno: Villaggio Kaji Say –  Bishkek
    Colazione in hotel, pranzo libero e cena nel campo yurta.
    Il viaggio prosegue in direzione ovest fino al villaggio di Bokonbaevo per incontrare le signore locali e visitare il mercato che espone le loro opere artigianali.
    Facoltativo: dimostrazione di falconeria con un cacciatore e al sua aquila reale.
    Al termine proseguimento per Bishkek, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
  • 8° giorno: Bishkek – aeroporto
    Colazione in hotel.
    Trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno.

Sistemazione alberghiera o similare:
Bishkek: My Hotel / Bridges Hotel
Chon Kemin: Ahsuu GH
Cholpon Ata: Karven / Caprice Hotel
Karkyra: Campo di yurta con servizi
Karachol: Green Yard / Matsunoki
Kadji Sai: Yurt Camp Oimo Tash