I TESORI DELLA MESOPOTAMIA

Alla scoperta di antiche bellezze archeologiche, fuori dalle consuete mete turistiche per vedere di persona ciò che è sempre stato letto sui libri di storia.

Programma del tour:

  • 1° giorno: Istanbul
    Arrivo ad Istanbul ed accoglienza in aeroporto. Trasferimento all’hotel, sistemazione e pernottamento.
  • 2° giorno: Istanbul – Gaziatep – Urfa
    Pranzo libero. Cena in hotel.
    All’orario indicato trasferimento in aeroporto per prendere il volo per Gaziantep. Arrivo e visita al museo archeologico di Zeugma, il museo di mosaici romani più importante al mondo. Una struttura moderna dotata di tutte le tecnologie più recenti, ci trasporta nella ricchezza delle ville romane dell’antica valle della Mesopotamia. Si continua verso il centro di Gaziantep, precedentemente noto come Ayintab. Questa città è famosa per il suo cibo delizioso, chi ama la Baklava, qui troverà la migliore al mondo. Passeggiando per la zona vecchia si visita il mercato del rame. Si lascia la città di Gaziantep per proseguire verso l’Eufrate e Halfeti. Una volta arrivati a Halfeti, si sale a bordo di una piccola e comoda barca che ci porta lungo l’Eufrate. Successivamente partenza per Urfa, antica città della Mesopotamia conosciuta come “la città dei profeti”, dove nacque il profeta Abramo. Arrivo e visita dei punti di interesse sacri e mitici della città: La Grotta di Abramo e il Lago Santo. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
  • 3° giorno: Urfa – Mardin
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero.
    Al mattino si visita il museo archeologico di Sanliurfa (dopo il terromoto è in restauro). In questo fantastico museo si possono vedere arte e sculture del sito di Göbekli Tepe, oltre a ottime informazioni su questo luogo spettacolare e un’impressionante collezione del Paleolitico. Va notato che questo museo espone la scultura più antica della storia dell’umanità. Proseguiamo con la visita di Göbekli Tepe, un antico santuario che sorge nel punto più alto di un’estesa catena montuosa situata a circa 15 km di distanza. Il sito, attualmente oggetto di scavi da parte di archeologi turchi e tedeschi, fu costruito da cacciatori-raccoglitori nel X millennio a.C., prima che iniziasse la sedentarizzazione. Misteriosamente, l’intero complesso di pietre, pilastri e sculture fu deliberatamente sepolto intorno all’8000 a.C., rimanendo abbandonato per 500 anni. Insieme a Nevali Çori, questo sito ha rivoluzionato la comprensione del Neolitico eurasiatico. Successivamente partenza per Mardin, città di religione siro-cristiana, dove la liturgia viene ancora celebrata in aramaico. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
  • 4° giorno: Mardin – Diyarbakir
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero.
    In mattinata visita al monastero siriaco di Deyrul Zafaran, uno dei più antichi del mondo. Il monastero fu, per 640 anni, la residenza del Patriarca assiro ortodosso. Il sito era chiamato Chiesa dello zafferano, per lo zafferano che veniva coltivato nei suoi dintorni. Assiri da tutto il mondo vengono ogni anno qui per pregare ed essere benedetti. Successivamente si visita il centro di Mardin, la città si estende lungo le pendici di un monte coronato dalla sua fortezza. È una cittadina dai toni caramello in cui spicca l’enorme cupola della moschea Ulu Camii, moschea irachena selgiuchide costruita nel XII secolo, situata nel piccolo ma intricato labirinto di vicoli del centro urbano. Si passa accanto alla madrasa Zinciriye, i cui minareti sorgono nel bel mezzo del centro storico. L’arteria principale della città vecchia è Cumhuriyet Street. Lì si sviluppa l’enorme e caotico bazar, in cui sono esposte opere in rame e ottone, o i famosi saponi di Aleppo e dove non manca mai il profumo del pane appena sfornato. Successivamente, partenza per Diyarbakir, una delle città più importanti della zona, conosciuta in epoca classica come Amidiya, la città fu annessa a Roma nell’anno 297 d.C. e divenne una parte essenziale della linea difensiva tra gli Imperi Romani e Partosassanida di Persia. Arrivo a Diyarbakır e inizia la visita del centro storico e dei suoi monumenti religiosi a piedi,  per passeggiare per le sue strade strette, animate e piene di vita. Sosta al caravanserraglio di Hasan Pasa Hani, oggi trasformato in tappa obbligatoria per prendere un tè prima di visitare la Grande Moschea, la più importante delle ventidue esistenti in città e la più antica dell’Anatolia, inizialmente costruita come Cattedrale cristiana detta di “San Tommaso”. Si prosegue visitando il minareto di quattro piedi, costruito da Kasim Khan. La leggenda dice che se si passa sette volte tra le sue quattro colonne, porterà fortuna. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
  • 5° giorno: Diyarbakir – Monte Nemrut – Malatya
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero.
    In mattinata partenza per la visita del Monte Nemrut, che conserva alcune imponenti statue realizzate nell’anno 38 a.C. per ordine del re Antioco per circondare la sua tomba. È uno dei siti più straordinari della Turchia ad un’altezza di 2.000 metri, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987. Arrivo sulla vetta del monte Nemrut e visita al tumulo sepolcrale del re Antioco costituito da piccole pietre, di forma conica e con un’altezza di circa 50 metri. Su entrambi i lati, su due terrazze, possiamo ammirare le colossali rappresentazioni di divinità greco-babilonesi. Successivamente partenza per Malatya, nota per la coltivazione dell’albicocca. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
  • 6° giorno: Malatya – Cappadocia
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero.
    Partenza al mattino presto per la regione della Cappadocia, dove l’indescrivibile armonia di un caleidoscopio di colori trasforma i toni del rosso e del marrone in grigi, verdi e gialli. All’arrivo in Cappadocia, vedremo le famose “Tre bellezze di Ürgüp”, dove è possibile osservare le formazioni rocciose a forma di fungo e in panorama della città. Successivamente si visita la piccola e bellissima città di Ortahisar che spicca con il suo castello di alta formazione geologica alto 86 m e trasformato in abitazioni dagli Ittiti. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
  • 7° giorno: Cappadocia
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Possibilità di partecipare alla gita in mongolfiera per ammirare dall’alto il paesaggio lunare e mozzafiato della Cappadocia illuminata dalle prime luci dell’alba (facoltativa, pagamento in loco e in base alla disponibilità dei posti. Tale gita può essere annullata a causa di avverse condizioni meteorologiche).
    Partenza per la visita di questa incredibile regione dove nacque San Giorgio. Il paesaggio fu creato più di tre milioni di anni fa dalla lava dei vulcani Erciyes e hasan.
    Visita poi la città sotterranea di Ozkonak, costruita dalle comunità cristiane per proteggersi dagli attacchi arabi. Le visite continuano con il museo all’aperto di Goreme, che conserva un’impressionante numero di chiese scavate nella roccia, cappelle e monasteri con affreschi dell’XI secolo, dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Nel pomeriggio visita panoramica del villaggio di Uchisar e dei spettacolari siti vulcanici di Avcilar e Guvercinlik e si potrà ammirare una splendida vista panoramica del castello di Uchisar, situato in cima a un promontorio di roccia vulcanica perforato da tunnel e finestre. Sosta presso un laboratorio artigianale di decorazioni e gioielli. Rientro in hotel.
  • 8° giorno: Cappadocia – Istanbul
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    In tempo utile, trasferimento all’aeroporto di Kayseri per il volo diretto a Istanbul SAW. Trasferimento all’hotel e pernottamento.
  • 9° giorno: Istanbul
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Visita del Corno d’Oro, partendo dalla Moschea di Solimano ed il complesso, considerata la più bella delle moschee imperiali di Istanbul, fu costruita tra il 1550 e il 1557 da Sinan, il famoso architetto dell’età dell’oro ottomana. Proseguimento per la visita del quartiere ex greco di Fener, vicino al vecchio quartiere ebraico di Balat; situato sulla sponda meridionale del Corno D’oro. Passeggiata nel quartiere e possibilità di vedere il Patriarcato Greco di Fener, la Chiesa di San Giorgio e la Chiesa Ortodossa Bulgara “Chiesa di Ghisa’’. Proseguimento verso quartiere di Eminönü, principale accesso alla città in epoca bizantina e ottomana, oggi una zona molto frequentata dove si trova il “Mercato egiziano” o “Bazar delle spezie”. La visita termina qui. Pomeriggio libero per esplorare la città o per partecipare all’escursione facoltativa a pagamento in loco Crociera sul Bosforo Bosforo per ammirare sia il versante asiatico che europeo della città ed i suoi più importanti palazzi, moschee e fortezze. Rientro in autonomia all’hotel, pernottamento.
  • 10° giorno: Istanbul
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Partenza per la visita della Basilica di Santa Sofia, “Divina Sapienza”, indiscutibilmente uno degli edifici più favolosi di tutti i tempi. Costruita da Costantino il Grande e ricostruita da Giustiniano nel VI secolo, la sua immensa cupola si erge a 55 metri dal suolo, con un diametro di 31 metri. Durante l’Impero Ottomano fu trasformata in moschea e alla fine furono aggiunti i minareti. Proseguimento con la visita all’antico Ippodromo bizantino, il centro dell’attività civile dell’impero, dove si tenevano non solo corse di cavalli e combattimenti tra gladiatori, ma anche celebrazioni in onore dell’imperatore. Oggi conserva l’Obelisco di Teodosio, la Colonna Serpentina e la Fontana dell’Imperatore Guglielmo. La Moschea Blu fu costruita nel 1609 dal Sultano Ahmet, che voleva superare la Basilica di Santa Sofia con la sua moschea e la costruì con sei minareti. La visita termina qui. Nel pomeriggio visita opzionale del Palazzo Imperiale di Topkapi (la sezione Harem non sarà possibile visitarla), dimora dei Sultani per quasi quattro secoli, la cui architettura con le magnifiche decorazioni rendono testimonianza della potenza e maestosità dell’Impero Ottomano e infine la ’’Basilica Cisterna di Yerebatan’’ e Gran Bazar. Rientro autonomo all’hotel e pernottamento.
  • 11° giorno: Istanbul
    Prima colazione in hotel.
    In tempo utile, trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro.

Sistemazione alberghiera o similare:
Istanbul, Dossi Dossi Golden Horn
Urfa, Double Tree
Mardin, Anemon Hotel
Diyarbakir, Anemon Hotel
Malatya, Anemon Hotel
Cappadocia, Perissia Hotel
Istanbul, The Parma / Grand Yavuz